C´eravamo tanto amati…oppure no?!?!

Guerra fredda, freddissima, sull´asse Bolzano-Appiano. Le due società, in questi ultimi giorni, si sono scambiate fendenti dalle pagine dei rispettivi siti internet, decretando, di fatto, la rottura della collaborazione che vedeva i Pirati farmteam dei Foxes. Quando una coppia scoppia bisognerebbe rispettare il dolore degli ex innamorati, ma in questo caso non ci si può esimere dall´affermare che questo berlusconi%20%20fini.jpgdivorzio è un bene per tutti. Che benefici ha portato, infatti, un sodalizio probabilmente nato per accomodare alcune situazioni pendenti tra i due club e successivamente vissuto sul concetto “ognuno pensi al suo orticello”? Risposta: nessuno. 

Giovani dimenticati
Se l´obiettivo era quello di far crescere alcuni giovani, questi sono migliorati per meriti loro e non certo a seguito di chissà quali strategie lungimiranti. I ragazzi hanno praticamente giocato sempre e costantemente il campionato di Serie A2, da una parte perchè i biancorossi fanno una fatica cronica nell´impegnare con costanza dei giocatori che abbiano meno di una certa età, dall´altra per il fatto che l´Appiano si sia scordato, nel momento del bisogno bolzanino, di essere un farmteam, negando alcune promesse del proprio roster.

Io sono più furbo di te
Su queste basi doveva proseguire anche nella stagione 2010/2011 un già strano rapporto, divenuto, nelle ultime ore, ancora più paradossale. A causa del ruolo da titolare dei giallo-blu consegnato al goalie Mark Demetz,  non  solo nel corso dei paly off di Serie A2 dello scorso campionato, ma anche per l´annata ormai alle porte, i due futuri litiganti si sono trovati a cercare una soluzione (comoda o scomoda dipende dai punti di vista) per Hannes Pichler, portiere offeso con l´Appiano, da sbolognare, di fatto, in casa Bolzano e lasciarlo lì nei panni di secondo.sgambetto.jpg Un piano quasi perfetto se non fosse stato rovinato dall´ingaggio di Günther Hell, operazione che ha fatto crollare definitivamente un palco già cigolante e malmesso.

Siamo alle solite
Morale della favola, i due club non se le sono mandate a dire, facendo ripiombare il nostro hockey nel ridicolo. Un teatrino a cui molti avrebbero preferito non assistere e che, purtroppo, mette in luce, ancora una volta, la mediocrità e il dilettantismo del movimento. L´auspicio è sempre quello che dagli errori si possa imparare, ma ogni tanto sorge il dubbio che in giro ci sia poca gente interessata ad apprendere.  

C´eravamo tanto amati…oppure no?!?!ultima modifica: 2010-09-01T12:36:00+00:00da tl-pg
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento