Anno nuovo, storie vecchie

Domani Supercoppa e finalmente s`inizia a fare sul serio. Manca poi una settimana alla prima di campionato ma va rimarcato come esistano ancora società le quali non hanno programmato minimamente la stagione che verrà. Qualche indizio? Facciamo dei semplici esempi: campagna abbonamenti in alto mare e presentazione della squadra ai tifosi inesistente vi dicono qualcosa?
Scommettiamo sin d´ora tutto l´oro di questo del mondo, che, alla prima serata di campionato, supporter e addetti ai lavori dovranno fare i salti mortali per focalizzare i volti nuovi della serie A1. Non sarà però colpa degli occhialli appannati, ma più semplicemente del fatto che, tanto per cambiare, alcuni team avranno addirittura tardato con l´acquisto delle nuove maglie. Fretter, facciamo un esempio, vestirà, per una sera e più, i panni di Corupe (povero lui..), Insam riuscirà nell´intento di presentarsi miracolosamente in campo nelle vesti di Di Lauro, e così via. Domanda: per crescere e darsi una credibilità non si è soliti partire dalle cose più elementari? Costruirsi un´immagine positiva di fronte all´opinione pubblica è il primo fondamnetale tassello. Non tutti, comunque, pare la pensino come noi, ma trincerarsi dietro la crisi economica o altre eresie è francamente ridicolo. La credibilità, anche nel 2010, costa davvero pochissimo: basta crederci, vero signori? 

cara_benzina.jpg

Anno nuovo, storie vecchieultima modifica: 2010-09-15T14:56:43+00:00da tl-pg
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento