Pagelline dopo la Supercoppa

La finale di Supercoppa giocata ieri all´Odegar ha già offerto i primi spunti per valutare alcuni dei protagonisti del prossimo campionato di Serie A. Proviamo a fare alcune valutazioni.

ASIAGO

Chi sale:
Sicuramente Adam Henrich: il ragazzo fa paura, nel vero senso della parola. Cattivo, piazzato e dotato di buona tecnica. Le mani non sono forse quelle del fratello Michael, ma sentiremo parlare tanto di lui nel corso di questa stagione. Bene anche i soliti noti, vale a dire John Parco, che pare non sentire dell´età che avanza e Dave Borelli, uno dei più attivi in zona offensiva.

Chi scende:
La difesa nel suo complesso. Prima frazione da panico assoluto, nel corso della quale i giocatori del Renon hanno fatto il bello ed il cattivo tempo. Con il passare dei minuti le cose sono cambiate, ma rimane una prestazione di reparto insufficiente. Tra i nuovi, non benissimo Kovacevic, mentre Perugini, dopo un avvio altamente difficoltoso, si è riscattato nel corso della gara.

RENON

Chi sale:
Antti Nyrhinen. Basterebbe solo il nome, ma vogliamo aggiungere anche un piccolo commento: che bel giocatore!! Il Renon ha pescato il jolly. Difensore preciso e attento, capace di farsi rispettare e con una tecnica davvero superlativa per i nostri standard: il disco sulla sua stecca ci rimane. Oltre all´uomo venuto dal Nord, da segnalare le tante conferme: Gruber, Ansoldi, Ramoser, Scelfo, i Rittner Buam viaggiano.

Chi scende:
In una prestazione di squadra altamente positiva, da rivedere Buckey e Higgins, i quali, per ora, pattinano a giri ridotti rispetto ai compagni. Miglioreranno? Staremo a vedere.

IMG20100902174330583_900_700.jpg

Pagelline dopo la Supercoppaultima modifica: 2010-09-17T10:39:20+00:00da tl-pg
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento